BITCOIN PUÒ RAGGIUNGERE I 10.500 DOLLARI „PRIMA O POI“, IL CHE AUMENTA I VANTAGGI

Sono stati giorni difficili per i commercianti Bitcoin. Dopo aver detenuto ~$9.400, la criptovaluta è scivolata temporaneamente sotto i $9.000 nel fine settimana. Nel processo, decine di milioni di BitMEX sono stati liquidati.

Eppure un analista ha affermato che c’è un’alta probabilità che BTC rivisiti $10.500. Bitcoin Era poi superare quel livello potrebbe portare a guadagni ancora maggiori, con alcuni che chiedono „nuovi massimi“.

BITCOIN POTREBBE PRESTO RIVISITARE $10.500

Secondo un trader pseudonimo con decine di migliaia di seguaci, c’è un „pool di liquidità“ a 10.500 dollari che Bitcoin probabilmente ritesterà. Ha detto che questo probabilmente accadrà „prima o poi“ a causa della naturale propensione degli asset a commerciare dove questa è liquidità.

„Macro contesto BTC: pensiamo ancora che ci stiamo dirigendo verso i 13.000 dollari a medio termine. La liquidità si aggira intorno ai 10,5 mila dollari, il prezzo tende a visitare quelli prima o poi“.

Macro analisi BTC da parte del trader „SalsaTekila“ (@Salsatekila su Twitter). Grafico da TradingView.com

Una volta che (o se) il Bitcoin raggiunge i 10.500 dollari, dovrà rompere e tenere 10.500 dollari su un telaio relativamente alto per confermare l’ulteriore vantaggio. Un commentatore ha detto all’inizio di giugno:

„La BTC è molto vicina ad esplodere. Una rottura sopra i $10.500 romperebbe un triangolo simmetrico di oltre 2 anni, un cuneo di allargamento di 11 mesi, una resistenza orizzontale di 8 mesi“.

L’importanza di 10.500 dollari è stata ulteriormente sottolineata da Rob Sluymer di Fundstrat Global Advisors. Ha detto:

„La prossima mossa direzionale alla spina per BTC è in procinto di essere testata. Gli orsi possono indicare la tendenza al ribasso a 10-10,5K. I tori hanno la tendenza al rialzo a lungo termine (200 settimane sma) alle loro spalle e la resilienza della scorsa settimana come BTC ha rapidamente rimbalzato dai suoi 200-dma“.

I FONDAMENTI SOSTENGONO IL CASO DEI TORI

I fondamenti sostengono il caso del toro.

Innanzitutto, nelle ultime settimane e negli ultimi mesi c’è stato un accumulo massiccio di Bitcoin da parte di commercianti sia al dettaglio che istituzionali.

La società di analisi Blockchain Glassnode ha riferito che gli investitori a lungo termine di Bitcoin si sono accumulati silenziosamente negli ultimi mesi. Circa il 90% dei giorni nel 2020, secondo i loro dati, tali entità si sono accumulate.

In secondo luogo, l’oro ha registrato una performance estremamente forte, essendo una classe di attività da 10.000 miliardi di dollari. Dall’inizio del 2020, il metallo prezioso è salito di circa il 15%, avvicinandosi ai massimi storici dopo la Grande Recessione del 2008.

Il rally dell’oro è carburante per i rally di Bitcoin, secondo gli analisti come Mike McGlone a Bloomberg. L’analista delle materie prime ha detto in un recente rapporto:

„Aumentare la compagnia con l’oro è un vento contrario al prezzo del Bitcoin, secondo noi. Alla più alta per la più lunga correlazione e beta di 52 settimane di sempre contro il metallo, il primo nato cripto dovrebbe continuare ad avanzare per ragioni simili all’oro, alimentato da un allentamento globale senza precedenti della banca centrale“.

Infine, i minatori Bitcoin continuano a sostenere la rete nonostante il dimezzamento della ricompensa a blocchi. Questo ha portato a un macro indicatore chiamato „Hash Ribbons“ che si sta avvicinando alla stampa di un segnale di acquisto sfuggente visto all’inizio dell’encierro del 2016-2017.